Hai acquistato un materasso Memory Foam e ti ci trovi benissimo.

Ma sai cosa esattamente hai comprato, e perché ti fa dormire così bene?

Noi scommettiamo che la maggior parte dei clienti non si pone queste domande. E perché dovrebbero, poi?
Se l’acquisto è soddisfacente sia dal lato economico che da quello della praticità e comodità d’utilizzo, probabilmente non c’è motivo per cui interrogarsi su come sia concretamente fatto un prodotto.

Noi invece pensiamo che più informazioni si hanno,  meglio possiamo spendere i nostri soldi e valorizzare i nostri acquisti.

Quindi, oggi parliamo dell’assemblaggio dei materassi in Memory Foam, materiale che arriva direttamente dagli studi della NASA negli anni ‘60, quando fu sviluppato per proteggere gli astronauti dalle forti accelerazioni nelle fasi di decollo e rientro. Ovviamente, essendo passati più di 50 anni da quando è stato inventato, la ricerca ha fatto molti passi avanti e oggi i produttori di materassi dispongono di materiali all’avanguardia per soddisfare le richieste dei clienti.

mano-memory

La resilienza del Memory Foam: si adatta al corpo e in seguito riprende la forma originale.

Come si vede nell’immagine a inizio articolo, il materasso è formato da un numero variabile di lastre in schiuma espansa e Memory Foam. La lastra in Memory può avere spessore e densità variabili. Il Memory Foam è una schiuma poliuretanica, prodotta con una lavorazione molto particolare che dà al materiale la sua caratteristica resilienza e morbidezza.

Ovviamente la struttura e lo spessore delle lastre non sono lasciati al caso, ma sono frutto di un’attenta progettazione. 

Qual è il processo di costruzione?

Il produttore, assieme al tecnico addetto alla realizzazione delle lastre, decide portanza, spessore e densità, studiate in base alla morbidezza o alla maggiore o minore rigidità che si vuole ottenere.
Le specifiche vengono passate in produzione: a questo punto, le lastre in Memory vengono costruite e assemblate secondo le specifiche di ogni modello a partire da un “cuore” in schiuma poliuretanica, utilizzando colle certificate non dannose per la salute (il bollino Certipur® garantisce che tutto sia a norma).

Infine, il materasso arriva al punto vendita dove viene tagliato nelle misure richieste e rivestito con il materiale adatto al modello o richiesto dal cliente.

A questo punto, Materassi da Sogno NOTTEFLEX vi augura buon riposo, possibilmente su uno dei nostri modelli.

 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest