Abbiamo più volte sottolineato l’importanza di dormire in un ambiente confortevole per svegliarsi riposati e affrontare al meglio la giornata. Ma se la nostra camera è vicina a fonti di rumore, questo può influenzare la tranquillità del nostro sonno?

Durante il giorno percepiamo molti rumori di sottofondo che però vengono automaticamente filtrati ed esclusi dal nostro cervello che si concentra solo su quelli che ci interessano. Di notte, invece, questi stessi rumori diventano molto fastidiosi, soprattutto se accadono all’improvviso. Se non siamo ancora completamente addormentati, il rumore può diventare un fattore che ci impedisce di farlo.

Possono essere i classici rumori di casa (stoviglie, televisore, animali domestici) oppure arrivare dall’esterno (temporale, traffico, in generale i suoni della città).

Una ricerca recente sull’impatto dell’inquinamento acustico sul sonno ha dimostrato che esiste un collegamento tra l’esposizione ai rumori notturni e le malattie cardiovascolari e che perfino i rumori meno intensi possono influire sulla salute attraverso disturbi del sonno.

Ognuno di noi è influenzato in maniera diversa dai rumori, infatti alcune persone sono più sensibili mentre altre dormono come dei sassi anche se vicino a loro si sta svolgendo un concerto di musica rock!

Possiamo fare qualcosa se abitiamo in una zona rumorosa e la nostra casa non è ben insonorizzata, a parte trasferirsi in un posto più tranquillo? La risposta è sì.
Si possono seguire alcuni accorgimenti che vi elencheremo più sotto, oppure tentare la via tecnologica.

Se vi dà fastidio mettere i tappi nelle orecchie e non sapete più come fare potete provare a contrastare i rumori fastidiosi con quelli che conciliano il sonno. Come? Esiste sul mercato un macchina particolare, la White Noise Machine, che produce rumore bianco, ossia un particolare tipo di rumore senza periodicità nel tempo e con ampiezza costante su tutto lo spettro di frequenze. Secondo i suoi costruttori potrebbe riuscire a mascherare le fonti di disagio, consentendo un migliore relax nelle ore notturne.

L’efficacia dell’ascolto del rumore bianco è tale che c’è chi lo ascolta anche durante il giorno e al lavoro per rilassarsi, tramite un pc (provate ad esempio questa compilation di Youtube http://bit.ly/1NmOLMV).

E se i rumori fastidiosi arrivano dall’interno della casa?

Con alcuni piccoli accorgimenti potete ridurli, ecco qualche esempio:

  • Usate la lavatrice e la lavastoviglie PRIMA di andare a letto;
  • Posizionate la libreria dietro il muro della camera (ovviamente se la camera confina con un’altra stanza in cui sia possibile metterla);
  • Spegnete la tv PRIMA di dormire, non addormentatevi mentre è accesa.
  • Ricordate di togliere la suoneria agli smartphone.

E voi? Vivete in una città rumorosa? In che modo il rumore influenza il vostro riposo notturno oppure avete trovato la ricetta giusta per non sentirlo?

Pin It on Pinterest